lunedì 27 gennaio 2014

Musica molle

Continuiamo a lavorare sui suoni nei materiali. Ci siamo occupati di molle.
Come sempre, usiamo le lastrine piezoelettriche, sia come altoparlante sia come microfono. Il microfono piezo è a contatto ed è quindi il più adatto a sentire i suoni nei materiali.
Per prima cosa Sabrina prova a far viaggiare il suono sia nel ripiano di legno sia nella gamba metallica del nostro carrello.


Poi comincia a usare le molle. La prima è piuttosto rigida.


La seconda è meno rigida, con spire più "fitte" e dà molta soddisfazione.


La terza l'abbiamo tolta a un gioco: il classico telefono a spago dove lo spago è sostituito con una molla. Come telefono non funziona un granchè, ma la molla ci porta quasi in Guerre stellari.


Sul muro del laboratorio Materiali ci sono due pannelli metallici portautensili, che usiamo per appendere alcuni degli oggetti che ci servono nelle attività con studenti e visitatori. Ne abbiamo usato uno per realizzare un "circuito sonoro".


Appena Sabrina appoggia l'altoparlante sul pannello metallico si sente un po' di musica: il pannello e la lastrina diventano un grosso altoparlante.

E per chiarire che quello piezoelettrico non è un microfono come gli altri ...


Le puntate precedenti del lavoro sui suoni nei materiali sono:
Prove propagazione suono nell'acqua
Percorso sul suono, laboratorio materiali, i lavori procedono!
Suoni nell'acqua: una grossa correzione
Suoni nell'acqua: trovato l'errore!
Cosa bolle in pentola?

lunedì 20 gennaio 2014

Wingardium Leviosa e gli ingegneri acustici


Come ha detto Enrico in uno dei suoi ultimi blog, abbiamo finito la settimana dell'ingegneria. Il tema su cui io e Sabrina abbiamo lavorato con le classi ed il pubblico è stato l'ingegneria acustica.
Che lavoro fa un ingegnere acustico?
"Lavora con il suono" è stata la frequente risposta che ci davano gli alunni.
In effetti il suono è l'anima delle loro creazioni, e devono conoscerlo in tutti i suoi particolari. Così abbiamo fatto anche noi: i visitatori esploravano le caratteristiche del suono sforzandosi di coglierne le principali caratteristiche. Cos'è la tonalità di un suono e cos'è il suo volume? Come si produce? Cosa ha bisogno per propagarsi?



Partendo da queste conoscenze hanno poi provato a realizzare un piccolo strumento a due corde.

 
Gli ingegneri acustici non solo si occupano di insonorizzare edifici, progettare ambienti per un buon ascolto, esplorare nuovi modi di produrre suoni (anche digitali), ma a volte cercano di fare anche un po' i maghi, cercando di far levitare le cose.
Certo, non hanno ancora conoscenze scientifiche così approfondite:

Wingardium leviosa
Incantesimo Wingardium Leviosa - Manuale degli Incantesimi Vol 1

ma ci si stanno avvicinando: 


La levitazione acustica, oltre che affascinante da vedere, può trovare applicazioni pratiche nel campo della  gestione di materiali tossici o radioattivi.

venerdì 10 gennaio 2014

Giochiamo con la sabbia, ma da ingegneri

Oggi finisce la Settimana dell'ingegneria dedicata alle scuole in visita al museo, domani e dopo si svolge il primo fine settimana dedicato ai visitatori del museo. Sono attività che fanno parte di un progetto europeo più vasto e articolato chiamato Engineer.
Abbiamo proposto tre tipi di attività diverse: la costruzione di automata, la realizzazione di uno strumento musicale a corda, la messa in sicurezza di edifici costruiti su terreni granulari mooolto bagnati.
Ho seguito quest'ultima attività. Il fenomeno è presentato in un video del post Sabbia + acqua = fenomeni interessanti.


I partecipanti ricevono un contenitore con sabbia intrisa d'acqua e una "casa" costituita da tre piastrelle metalliche tenute insieme da un elastico. Hanno a disposizione cannucce, spiedini di legno, pipette, fogli di pellicola per alimenti, pezzi di camera d'aria per intervenire sulla casa e/o il suo ambiente in modo che la casa non si inclini quando si picchietta l'esterno del contenitore simulando un terremoto.
I partecipanti provano il fenomeno, pensano che cosa fare, ricevono i materiali e partono con la costruzione.



Le realizzazioni devono funzionare, cioè evitare che la casa si inclini, e molti le elaborano da un punto di vista "architettonico".